01Giugno

Sintesi storica su Giappone

Viene qui di seguito tratteggiata una breve storia del Giappone dalle sue origini al suo primo medioevo. 

Nella consapevolezza di non poter essere completi in tal compito, vista la ricchezza di fatti e narrazioni che caratterizzano la storia di questa nazione, si ha la sola speranza di poter essere

in qualche modo esaustivi, aiutati in questo dalla potenza espressiva che tali fatti e narrazioni
in se racchiudono.
Liquidare con disinvoltura le epoche antiche, a qualunque latitudine esse siano appartenute, non conviene, non è il caso.
Non conviene farlo con il Giappone moderno, ultima Thule asiatica verso oriente ed a maggior ragione non conviene farlo con il Giappone antico, civiltà ricca di valori, madida di significati,eloquente di ammaestramenti.
Questo mondo arcaico, accolto nella sua totalità, provoca brividi intensi a chi oggi vi ci si avvicina.

Riverbero di luci su corazze di guerrieri, onde mobili di cavalli lanciati in battaglia, manipoli di militi a difesa intrepida di posizioni già ragionevolmente perdute, tali cose ci vengono incontro.
In questo mondo misterioso, quasi fatato, coesistono il tentativo incessante di superamento del limite, la ricerca continua di armonia interiore, il canto umile delle piccole cose quotidiane, il desiderio avido di quiete silenziosa.

Assumerne in senso assoluto tutti i suoi valori, è come salire una lunga scala vertiginosamente proiettata verso l’alto e se si ha la sorte di aver salito tutti i suoi gradini, ci si accorge che essa poggia semplicemente sulle nuvole, che tu in quel momento le stai cavalcando e che attorno a te montano i venti.

A contatto con la mitologia giapponese, ci si abitua al comparire di immagini di dee dallo sguardo scintillante, regine del pantheon nipponico, di immagini silvane di esseri strani in cui coesistono elemento umano e ferino insieme e di immagini di principesse e damigelle poco più che bambine che grazie alla loro composta leggiadria, possono avvicinarsi a questi strani esseri, ammansendoli con il proprio naturale candore.

Nomi giapponesi questi che traslitterati, ci pervengono come alchemici suoni sconosciuti ma nel contempo accattivanti, quasi onomatopeici al nostro orecchio.

Arcane luci, arcani suoni, arcane voci. Restiamo in ascolto!

Posted in Giappone, Written by Gaetano Dini, Visualizzazioni 6003,

About the Author

Lascia un commento

Please login to leave a comment. Login opzionale sotto.

Built with HTML5 and CSS3 - Copyright © 1998-2014 Francesco Pepoli