Lavanda

5.0/5 di voti (2 voti)
  • Lavandula angustifolia L
  • Famiglia: Lamiaceae
  • Parti utilizzate: fiori
Lavanda

Indicazioni

  1. ansia
  2. insonnia
  3. spasmi digestivi

Interazioni Farmacologiche

Condividi

Propietà

  • spasmolitica
  • Descrizione

    Costituenti chimici: olio essenziale (1,5%) i cui principali componenti sono:

    acetato di linalile, linalolo, canfora, 1,8-cineolo; tannini (12%); ecc.
    Farmacologia: studi sperimentali datati dimostrano che la lavanda possiede proprietà cicatrizzanti, antimicrobiche, sedative, ipotensive, spasmolitiche e anticonvulsivanti.
    La lavanda inoltre prolunga la durata del sonno indotto da barbiturici.
    Clinica: le proprietà attribuite alla lavanda non sono state sufficientemente studiate.
    Tossicità: la lavanda è una droga sicura.
    Non si conoscono effetti indesiderati, interazioni e controindicazioni.
    L’olio di lavanda può provocare disturbi gastrointestinali e un effetto narcotico per dosi eccessivamente alte.
    Modalità d’impiego: 1,5 g di droga si lasciano in infusione per 5-10 minuti.
    Si filtra e si beve. Una -due gtt di olio essenziale in un po’ d’acqua o su di
    una zolletta di zucchero.

     

     

    Lascia un commento

    Please login to leave a comment. Login opzionale sotto.

    Built with HTML5 and CSS3 - Copyright © 1998-2014 Francesco Pepoli