Curcuma

5.0/5 rating 1 vote
  • Curcuma longa L.
  • Famiglia: Zingiberacee
  • Parti utilizzate: foglie e radici
Curcuma

Indicazioni

  1. dispepsia

Interazioni Farmacologiche

Farmacovigilanza

Condividi

Propietà

  • antiflogistico
  • antivirale
  • coleretico-colagogo
  • Descrizione

    Costituenti chimici: curcuminoidi (5%) tra cui la curcumina; un olio essenziale (4,2-14%); terpeni; polisaccaridi; ecc.

    Farmacologia: gli estratti di curcuma aumentano sia la produzione che il flusso biliare (azione coleretico-colagoga); inoltre stimolano la corteccia del surrene a produrre più steroidi endogeni; inibiscono la produzione di sostanze proinfiammatorie (azione antiflogistica), la replicazione dell’HIV (azione antivirale) e la formazione di radicali liberi (azione antiossidante).

    Clinica: uno studio clinico randomizzato mostra che la curcuma riduce i sintomi della dispepsia (Thompson Coon e Ernst, 2002).
    Tossicità: la curcuma è considerata sicura. È controindicata nei casi di calcoli biliari.
    Modalità d’impiego: la dose giornaliera consigliata è di 2 g di droga in polvere (capsule)

     

     

     

     

    Lascia un commento

    Please login to leave a comment. Login opzionale sotto.

    Built with HTML5 and CSS3 - Copyright © 1998-2014 Francesco Pepoli