Astragalo

5.0/5 di voti (2 voti)
  • Astragalus membranaceus
  • Famiglia: Leguminosae
  • Parti utilizzate: foglie e radici
Astragalo

Indicazioni

  1. raffreddore
  2. sindrome influenzale

Interazioni Farmacologiche

Condividi

Propietà

  • antiflogistico
  • immunostimolante
  • Descrizione

    Costituenti chimici: polisaccaridi (astragalani), saponine triterpeniche (astragalosidi); flavonoidi; GABA, ecc.
    Farmacologia: gli estratti di astragalo stimolano i macrofagi e quindi la fagocitosi, aumentano la produzione di IgA e IgM, aumentano le cellule staminali nei tessuti linfatici, attivano i linfociti T e le cellule NK (azione immunostimolante).
    Clinica: una rassegna clinica (AA.VV., 2003) mostra che l’astragalo migliora i sintomi dell’influenza, la gittata
    cardiaca in pazienti con angina pectoris, l’indice emorragico in pazienti con lupus eritematoso, la leucopenia e le funzioni epatiche in pazienti con epatite. Infine prolunga la sopravvivenza di pazienti con cancro al polmone.
    Tossicità: l’astragalo è una droga sicura.

    Lascia un commento

    Please login to leave a comment. Login opzionale sotto.

    Built with HTML5 and CSS3 - Copyright © 1998-2014 Francesco Pepoli